Vai al contenuto

Cananzi, la crisi economica dipende dalla crisi etica

09/10/2011
La crisi economica dell’Italia è anzitutto crisi etica. Così Raffaele Cananzi, senatore, presidente emerito dell’Azione Cattolica Italiana ha sintetizzato il problema Italia al Convegno 150 anni d’Italia: il contributo dei cattolici, nella sala Vittorio De Sica, all’amministrazione provinciale di Frosinone. L’incontro, organizzato dalla presidenza diocesana dell’Azione Cattolica, si è svolto, sabato 8 ottobre, davanti ad un folto pubblico, con la presenza di diversi parlamentari e consiglieri regionali e provinciali, oltre ad alcuni sindaci. I lavori sono stati introdotti dal vescovo di Frosinone, mons. Ambrogio Spreafico, che ha richiamato l’attenzione dei presenti sulla necessità di comprendere che l’Italia deve inserirsi in un orizzonte più ampio a partire da quello europeo.

La dimensione internazionale, ha detto il vescovo, è fondamentale per la situazione attuale. Cananzi ha invece centrato la sua attenzione sugli impegni che l’oggi pone ai cattolici: siamo, ha detto il presidente, inseriti all’interno di una crisi etica i cui comportamenti provati hanno riflessi sul pubblico e sulla dimensione economica. Se l’Italia non avesse corruzione nel sistema politico ed imprenditoriale e si riuscisse a ciontrastare efficacemente l’evasione fiscale, la situazione economica del paese sarebbe profondamente diversa. Per questo, ha sostenuto ancora Cananzi, è necessario che i cattolici, e l’Azione Cattolica al loro interno, riprendano vigorosamente quella formazione delle coscienze che tanto ha contribuito alla costituzione italiana. Quindi la crisi economica dipende essenzialmente da fattori etici e di educazione. Certo poi ci sono anche elementi internazionali, ma per l’Italia il fenomeno è morale. Per questo, ha sostenuto ancora Cananzi, è necessario che i cattolici, e l’Azione Cattolica al loro interno, riprendano vigorosamente quella formazione delle coscienze che tanto ha contribuito alla costituzione italiana. Bisogna tornare, ha detto Cananzi, all’insegnamento di Aldo Moro che, nel 1947, giovane professore a Bari e deputato alla Costituente, evidenziava quanto i comportamenti privati influenzassero quelli pubblici e quanto dunque si debba stare attenti all’etica di tutti i momenti della vita, sia quella pubblica che quella privata.

La presidenza diocesana dell’Ac ha annunciato anche che si farà promotrice di una iniziativa per costituire una scuola di formazione politica a Frosinone.

qui le foto della giornata

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: