Vai al contenuto

La fatica e la dignità del lavoro – Il convegno

31/03/2012

Davvero interessante, sebbene, purtroppo, poco partecipato, il convegno tenutosi domenica 25 marzo presso i locali della Cassa Edile di Frosinone, organizzato dall’Azione Cattolica provinciale. Il tema sul quale ci si è confrontati è stato “La fatica e la dignità del lavoro”. Un titolo che rappresenta in realtà un ossimoro, un paradosso, una contraddizione ma che, come è venuto fuori dal dibattito, rappresenta una costante nella realtà lavorativa di oggi.

Il convegno è stato promosso da Camillo Salvatore, vice presidente diocesano del settore adulti dell’Azione Cattolica ed è stato presentato dal professor Pietro Alviti, presidente diocesano di AC.

Ad aprire i lavori, Sara Orsini, segreteria diocesana del gruppo cattolico che, dopo aver illustrato agli astanti la difficoltà di vivere perennemente in una situazione precaria, ha manifestato, senza troppi giri di parole, la rabbia che i giovani di oggi vivono se paragonati ai ‘giovani’ di un tempo. Prima, non moltissimi anni fa, si aveva il lusso di poter optare per questo o quel lavoro; oggi, invece, dopo anni di studio, ci si trova a dover fare i conti con precarietà (per chi è fortunato) o disoccupazione.

Interessante la relazione del dottor Domenico Barbera, segretario regionale del Movimento Lavoratori di Azione Cattolica, che ha illustrato, spiegandola nel dettaglio, la dottrina sociale della Chiesa Cattolica sul Lavoro. Cosa dice la Chiesa su questo tema, cosa fa in concreto, come si pone di fronte alle difficoltà, cosa propone ai giovani di oggi per affrontare dignitosamente la crisi economica e la scarsa attenzione del ‘sistema’ al problema lavorativo?

In realtà Barbera non ha mancato di ‘ironizzare’ in un certo modo su ciò che prevede la Chiesa Cattolica: il lavoro scelto liberamente; l’associazione dei lavoratori per uno sviluppo della comunità; il rispetto senza discriminazione di alcun genere, lo sviluppo come educazione dei figli, la complementarietà e non la competitività sul campo del lavoro. Se solo uno di questi fattori venisse rispettato nell’ambito lavorativo non ci sarebbe bisogno di organizzare convegni del genere. Invece… Tutto ciò, ai nostri occhi, sembra fantascienza, e le testimonianze portate in aula da alcuni partecipanti non hanno che confermato quanto appena detto. Il lavoro, in Italia e secondo la nostra Costituzione, è un valore fondante della democrazia. Tutti pertanto dovrebbero avere l’opportunità di esercitare liberamente la professione alla quale si è chiamati. Così non è e i giovani di oggi, specie della nostra Diocesi, ne sono una conferma. Più di un ragazzo su due nella nostra provincia non lavora e appena laureato si immette nel vortice della disoccupazione senza certezze di poter porre in essere, un giorno, quanto appreso e studiato sino a quel momento. Come il Vangelo aiuta allora i giovani ad affrontare questa incresciosa situazione? Secondo il dottor Barbera attraverso tre parole chiave: unità, speranza, responsabilità. Certo, non è semplice e non è bello dover fare i conti, tutti i giorni, con la scarsità lavorativa, ma adattandosi e modellandosi ai bisogni della collettività forse si troverà un giorno la strada per far valere il proprio diritto al lavoro.

Diverse le testimonianze degli astanti: Lucia, ad esempio, ‘sospesa’ dal lavoro perché in attesa di un bimbo, costretta a toccare con mano l’ipocrisia che regna sovrana nel mondo del lavoro se si parla di maternità; il volontario della Caritas diocesana, testimone del lavoro nero, usurante e ai limiti della tollerabilità di molti immigrati residenti a Frosinone; don Guido, portavoce degli interessi e delle speranze dei carcerati. Insomma, un momento di riflessione collettiva e fraterna per dire ancora una volta ‘no’ ad una situazione di precarietà costante e ‘sì’ ad un futuro fatto di speranza e di fede.

Lucia Colafranceschi

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: